RISOTTO ALLA MARINARA, ALLO SCOGLIO, ALLA PESCATORA. INSOMMA, CHIAMATELO COME VOLETE MA SEMPRE QUELLO È!

Sapete perché adoro l’estate? Perché mangio più pesce e si fanno più facilmente questi piatti bellissimi. Quando presenti un piatto del genere a tavola penso che i commensali se lo ricorderanno per lunghissimo tempo. Il segreto di una buona riuscita di questo risotto è far cuocere il riso nel brodo di cottura delle cozze.
Ingredienti per 6 persone:
6 scampi
1 kg di cozze
1 polpo maiolino
1 scatola di pomodoro a pezzi
1 mazzo di prezzemolo
4 spicchi d’aglio
1 bicchiere di vino bianco
600 g di riso (ho usato l’originario ma forse è meglio cuocere il carnaroli)
olio e.v.o., sale e pepe quanto basta
La prima cosa da fare è pulire le cozze e versarle in un tegame con un filo d’olio e due spicchi di aglio. Aggiungere ½ bicchiere di vino bianco e coprire con il coperchio. Cuocere finchè non si aprono le cozze. Aggiungere la scatola di pomodoro a pezzi e cuocere per altri 10 minuti.
Il sughetto risulta abbastanza liquido; versarlo in un piccolo tegame e tenerlo pronto per far gonfiare  il riso durante la cottura.
Pelare 2 spicchi di aglio, schiacciarli, con l’aiuto dello schiaccia aglio, e farli dorare in un tegame. Io ho usato la bellissima pentola in rame e acciaio di Mepra che ho pure portato intavola. Devo dire che fa molta scena. Aggiungere gli scampi e subito dopo l’altro mezzo bicchiere di vino bianco. Abbassare la fiamma e cuocere per poco meno di 10 minuti con il coperchio. Mettere da parte gli scampi, tagliare il polpo a pezzetti, sgusciare i ¾ delle cozze e aggiungere il tutto nella pentola.  Scaldare il sughetto delle cozze. Aggiungere il riso e cuocerlo aggiungendo a cucchiaiate il sugo delle cozze. Sentirete che gusto! Servire con molto prezzemolo tritato e aggiungere il resto delle cozze lasciate nella propria conchiglia e con sopra gli scampi.
Gli amichetti continentali si sono leccati pure il piatto!!
Dimenticavo, le foto sono del Ciccio di Tinny.
Con questa ricetta partecipo al contest di Imma:

20 Comments

  • salamander ha detto:

    se ne avessi la possibilità, mangerei pesce tutti i santi giorni.
    purtroppo qui in piemonte rovarne di fresco e buono, nonchè di provenienza certa, non è così semplice.
    pasta o riso con pesce per me è il massimo!

  • Lenia ha detto:

    Perfetto!!!Un risotto irresistibile!il profumo di mare sul piatto!Anch io adoro il pesche fatto in qualsiasi modo!Complimentoni,carina!Un bacio forte!

  • Salamander: come ti capisco. Bè, allora mi sacrifico anche per te 🙂

    Lenia: grazie, sei sempre così carina. Un bacio

  • Bellissimo il tuo piatto "sempre quello è", sembra di una bontà indescrivibile, ottimo lavoro brava.

  • Sonia ha detto:

    seeeee!! io con questa tua ricetta che speranze ho??!! :-((( è magnifica! io i piatti me li sarei portati, loro troppo onesti furono :)) gran bella ricetta e gran bella foto 🙂 baciuzzi meravigliati :XX

  • Belllllllaa e la settimana prossima sono anche in Italia a provarla !! Pesce mare sapore, bellisimo !

  • Tinny ha detto:

    Nostalgia…Tanterrimaaaaa!!!

  • La Gaia Celiaca ha detto:

    che bontà elena! è vero, l'estate porta pesce, e se è come questo… che pesce!

    un piatto regale, che mi fa venire subito fame…

  • lerocherhotel ha detto:

    Qualunque nome gli si dia rimane un risotto delizioso!

  • sississima ha detto:

    Buonoooooooooo! D'estate fa molto più piacere mangiare il pesce…salutami bonnie&clyde, ciao SILVIA

  • pips ha detto:

    ha un bellissimo colore e chissà che buon profumo… peccato che da me non si trovi così tanto pesce, ma vedrò di variare un po' la tua versione!

  • Donatella ha detto:

    Hai ragione, e chi se lo scorda un piatto del genere se ti viene preparato e servito… è meraviglioso e a quest'ora potrei anche azzannare il monitor.
    Piacere di conoscerti, a presto

  • Angela: grazie angela :).L'ho fatto con poco ma si può arricchire. Un bacio
    Sonia: Ti sei chiesta come mai non ti invito a cena? Io ho solo quei piatti!! Un bacerrimo
    Simo: sonocontenta che torni per un po'. Senti mi lasci le chiavi di casa tua sotto lo zerbino che ne approfitto mentre non ci sei 😀
    Ciccia: a chi lo dici. Se torni te lo facico ogni sera e ti facciofare i coccolini da Cesare. In farmacia mandaci il Ciccio!
    Gaia: a parte questa ricetta, dato che sei a dieta il pesce aiuta. un bacio
    Lerocherhotel: è vero, poi dalle vostre parti non è usuale 🙂
    Silvia: buonissimo; ti salutano pure loro e ti mandano una leccatina in faccia
    Pips: fammi sapere com'è andata con la tua nuova versione
    Donatella: piacere anche mio. E' un po' lunghetto farlo ma per un'amica a cena questo ed altro 🙂

  • meris ha detto:

    Mi sembra che sia la fine del mondo! In qualunque modo tu lo chiami! Ciao, bravissima e buona domenica.-

  • Cannella ha detto:

    Che bello! anche io vivo vicino a Torino è non è semplice trovare il pesce freschissimo, adoro questa ricetta!

  • Dadà ha detto:

    Buongiorno!!!!!
    Ti volevo solo comunicare che ho cambiato indirizzo del blog… da oggi mi trovi qui:
    http://dadaunaceliacapercaso.blogspot.com/

    Grazie mille!

  • scusa sono arrivata in ritardo come al solito, meraviglioso piatto, mio marito ha sbavato sul monitor…e ti ho detto tutto!
    Baci Concetta

  • Tinny ha detto:

    Allora, sono andata a ritroso ed ho letto l'1 ed il 2. 1, il calzone l'ho mangiato, ma perchè mi dispiaceva che tu ed il Ciccio faceste brutta figura divorandovi i vostri davanti alla commessa quasi inorridita da tanta voracità.
    2, quelle due misere cioccoamarene che mangiavo con quel nanogramma di gelato, era un notevole sacrificio perchè , da ospite perfetta qual sono, mi spiaceva non onorare la tavola.
    …Dove le trovo ste c…zzz di cioccoamarene, porchillmondopor, qui non le vendonooooo??!!!

  • Meris: concordo con te, è buonissimo!

    Cannella: ma un po' di culo noi del sud ce lo dobbiamo avere, almeno in questo, no? 😀

    Dadà: don't worry, già visto. Aggiornerò il blogroll. Baci

    Concetta: la prossima volta forniscigli un bavaglino :DDDD

    E veniamo a te signorina: ci hai mortificati. Io e il Ciccio ci saremmo divorati l'impossibile e dovunque, ma bastava vedere cosa mangiavi tu e la tua linea e subito ci ridimensionavamo. Almeno ci provavamo.
    Sre becco il fornitore ligure non te lo dico, sei in linea e non vorrei rovinartela 😉

  • Tinny ha detto:

    …Cerca di portar tanta bella pazienza, è che sono in crisi d'astinenza. Chiederò alla signora Fabbri se può farmi una spedizione di circa quei 50 kg di cioccoamarene…Per la cronaca il Ciccio non è gestibile, io mi controllo…tranne per le tortillaz, il vinello, il barbecue, il risotto , le tagliatelle, la pizza…le cioccoamarene l'ho già dettooo?? Bacini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *