RISOTTO CON ASPARAGI E PANCETTA

Devo dire che questo risotto è venuto proprio buono, ben mantecato e gustoso. La differenza la fa senz’altro la qualità della pentola che si usa per la  cottura (che non fa attaccare e non si brucia) ed una cosa che ho scoperto e che non facevo prima d’ora. Nessuno mai mi aveva consigliato di mettere la verdura delicata quasi contemporaneamente al riso. Ignara di ciò ho sempre cotto prima gli ingredienti. Stavolta ho seguito il consiglio di mettere gli asparagi crudi direttamente, senza sbollentarli. Il risultato è stato strepitoso: gli asparagi si sono mantenuti croccanti ma cotti, belli verdi ed hanno arricchito il risotto con le loro sostanze perse nell’acqua di cottura.
Per la cottura ho usato la pentola in rame di MEPRA

Ingredienti per 4 persone:

300 g di riso per risotto (Vialone nano o Carnaroli)
1 mazzetto di asparagi
1/2 cipolla bianca
1 vaschetta di pancetta a dadini
brodo per la cottura
1/2 bicchiere di vino bianco
olio e.v.o.
1 noce di burro
sale e pepe q.b.

Pulire gli asparagi tagliandone la base per circa 1/3 dell’intera lunghezza. Con l’aiuto del pelapatate rimuovere la parte verde lontana dall’apice, sciacquare sotto il getto d’acqua e tagliare a pezzetti. Scaldare il brodo o l’acqua in cui aggiungere il dado.
In una pentola far rosolare la cipolla tritata finemente con un filo d’olio. Aggiungere un po’ di acqua per evitare che si bruci. Aggiungere il riso e far rosolare bene. Unire il vino e fare evaporare a fiamma alta. Aggiungere gli asparagi facendoli rosolare e cominciare la cottura del risotto a fiamma moderata aggiungendo il brodo. Controllare la cottura tenendo a mente i minuti richiesti dal tipo di chicco. Io abbasso ulteriormente la fiamma e copro la pentola con il coperchio. Per quanto riguarda la pancetta ci sono diverse scuole di pensiero sul momento della sua introduzione: io non amo molto il gusto del grasso bollito nel brodo per cui la faccio rosolare a parte in una padella antiaderente con un filo di olio e poi l’aggiungo al resto a fine cottura. In questo modo rimane croccante e gustosa ed aggiunge corposità al piatto. Appena si arriva alla cottura del riso spegnere, aggiungere una noce di burro e mescolare in modo che venga ben mantecato. Una spolverata di pepe ed il piatto è pronto.
Buon appetito!

 

Con questa ricetta partecipo al contest di Cristina:

19 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *